Inviato il 20-09-2009
Archiviato in (Senza categoria) by Francesco

sentenzaOspitare advertising, fornire spazio web e assistenza a chi si presume abbia commesso un reato non significa essere corresponsabili se non c’è un ritorno economico diretto. La sentenza del GIP di Roma decreta che Il reato di sfruttamento della prostituzione online non investe coloro che forniscano servizi di registrazione di nome a dominio, di hosting, di manutenzione dei siti a soggetti sospettati di aver commesso questo reato, non sono responsabili di concorso del reato di sfruttamento della prostituzione online i titolari dei siti che vengono pagati per ospitare dei banner attraverso cui si proponga un mercimonio di corpi. Leggi tutto

Inviato il 10-07-2008
Archiviato in (domini, Internet, Leggi e Normative) by Francesco

IL World Wide Web ha rischiato grosso! Se qualcuno un po’ meno responsabile e molto meno onesto di Dan Kaminsky avesse scoperto quello che ha scoperto lui, la Rete come è oggi avrebbe potuto essere sconvolta da pirati del bit pronti a dirottare ogni singola richiesta di visitare un sito. Leggi tutto

Inviato il 09-07-2008
Archiviato in (blog, domini, eastitaly, Internet, Lavoro) by Francesco

È sempre in lenta crescita il mercato del broad band domestico: in Italia le famiglie che fruiscono di un servizio di connettività in banda larga sono 8,7 milioni (il 37% del totale nazionale), ma esistono oltre 14 milioni di famiglie che non ne usufruiscono e 11 milioni che nemmeno hanno un PC. Leggi tutto

Inviato il 01-02-2008
Archiviato in (Senza categoria) by Francesco

Come un grottesco zombi, nonostante sia stato decretato clinicamente morto, il vecchio progetto del portale nazionale del turismo continua a vivere di vita propria: e così le Regioni pretendono comunque i 21 milioni di euro previsti dal progetto fallito per fare i contenuti . Leggi tutto

Inviato il 21-01-2008
Archiviato in (Senza categoria) by Francesco

Italia.it non c’è più e si lascia sulla strada danni per 5.8 milioni di euro. Sito irraggiungibile. Finisce così, in un assordante silenzio, il portale delle polemiche, il progetto di cui si sono riempiti la bocca in tanti, il baraccone messo in piedi da uno schieramento tanto super partes quanto ripetutamente orgoglioso della possibilità di fare qualcosa per rianimare un progetto nato errabondo. Leggi tutto